Sole rubato – Korney Chukovsky

Il sole attraversava il cielo
E corse dietro la nuvola.
Ho guardato il nodo alla finestra,
È diventato buio per il coniglio.

E le gazze-
Белобоки
Ho guidato attraverso i campi,
Hanno gridato alle gru:
"Di sopra! sopra! coccodrillo
Il sole nel cielo inghiottì!»

L'oscurità cadde.
Non andare per il cancello:
Chi è arrivato per strada -
Perso e perso.

Il passero grigio sta piangendo:
"Vieni fuori, Sole, probabilmente!
È un peccato per noi senza il sole -
Non c'è grano nel campo!»

I conigli piangono
Sul prato:
Perduto, povero, fuori dai piedi,
Non possono tornare a casa.

Solo gamberi dagli occhi occhialuti
Si arrampicano a terra nell'oscurità,
Sì, nel burrone dietro la montagna
Lupi pazzi ululano.

Presto o tardi
Due arieti
Bussato al cancello:
Tra-ta-ta e tra-ta-ta!

"Hey you, bestie, Vieni fuori,
Il coccodrillo vince,
Al goloso coccodrillo
Il sole si è girato verso il cielo!»

Ma quelli irsuti hanno paura:
“Dove possiamo combattere con tali!
È allo stesso tempo formidabile e con i denti,
Non ci darà il sole!»
E corrono dall'Orso nella tana:
"Vieni fuori, tu, Orso, in aiuto.
Zampa piena per te, fannullone, succhiare.
Dobbiamo andare al sole per dare una mano!»

Ma l'orso è riluttante a combattere:
Cammina, cammina, Orso, cerchio di palude,
Lui piange, Orso, e ruggisce,
Chiama i cuccioli della palude:

"Oh, dove stai andando, Grasso, morì?
Chi sei tu per me, vecchio, gettò?»

E nella palude, l'orso si aggira,
Alla ricerca di cuccioli sotto gli ostacoli:
"Dove stai andando, dove sei andato?
O è caduto in un fosso?
O cani pazzi
Sei stato fatto a pezzi nell'oscurità?»
E tutto il giorno vaga per la foresta,
Ma da nessuna parte trova gli orsi.
Solo gufi neri della boscaglia
La guardano con gli occhi.

Qui è uscita la lepre
E lo disse all'Orso:
"È un peccato per il vecchio ruggito -
Non sei una lepre, un orso.
Tu vai, piede equino,
Gratta il coccodrillo,
Fallo a pezzi,
Strappati il ​​sole dalla bocca.
E quando verrà di nuovo
Brillerà nel cielo,
I tuoi figli sono pelosi,
Cuccioli dalla testa grassa,
Correranno a casa loro stessi:
"Ciao, nonno, siamo qui!»

E si alzò
Orso,
Ringhiò
Orso,
E al Big River
Corse
Orso.

E nel Big River
coccodrillo
Bugie,
E tra i denti
Nessun fuoco brucia,-
Il sole è rosso,
Sole rubato.

L'orso è venuto in silenzio,
Lo spinse leggermente:
"Ti sto dicendo, demonio,
Sputa presto il sole!
E non quello, guardare, catturare,
Lo spezzerò a metà,-
Vuole, ignorante, conoscere
Il nostro sole da rubare!
Sembra una razza di ladri:
Il sole si levava dal cielo
E con una pancia imbottita
È caduto sotto un cespuglio
Sì, e grugnisce assonnato,
Come una scrofa ben nutrita.
Tutta la luce scompare,
E non ha dolore!»

Ma lo spudorato ride
così, che l'albero sta tremando:
“Se solo lo volessi,
E ingoierò la luna!»

Non potevo sopportarlo
Orso,
Заревел
Orso,
E sul nemico malvagio
Volò
Orso.

L'ha accartocciato
E l'ha rotto:
"Servi qui
Il nostro sole!»

Coccodrillo spaventato,
Urlato, tuonò,
E dalla bocca
Di denti
Il sole è caduto,
Rotolato nel cielo!
Ho corso tra i cespugli,
Su foglie di betulla.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Alexander Pushkin