Nelle ore di divertimento il la noia di inattività…

Nelle ore di divertimento il la noia di inattività,
Abituato a, Io ho la mia cetra
Affidare suoni effeminati
follia, la pigrizia e la passione.

Ma anche allora le corde sornione
Non ho potuto fare suoneria interrotto,
Quando la voce è maestoso
Mi è stato improvvisamente colpito.

Ho versato un fiume di lacrime inaspettate,
E le ferite della mia coscienza
I suoi discorsi fragrante
net Gratificante era abeti.

E ora, con altezze di spirituale
Allungando la mano voi,
E la potenza del dolce e amorevole
Umilia sogni selvaggi.

La tua anima è il fuoco che brucia
Egli ha respinto l'oscurità delle vanità terrene,
E attenzione arpa Seraph
Il poeta sacro orrore.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Alexander Pushkin
Aggiungi un commento